Pubblicato da: vaniloqui | giugno 2, 2008

comunicazione di servizio

mi si e’ smagnetizzata la SIM irlandesa..
quella italiana l’ho persa l’ultima volta che sono sceso a casa..
fino a quando me ne prendo una nuova sono reperibile solo via mail
..oppure se sapete dove abito gridate che mi affaccio dalla finestra

vincenzo_dibiase@yahoo.it
 

Cheers,
Vi

Pubblicato da: vaniloqui | maggio 9, 2008

Beppe Grillo e’ un genio (2)

Bhè, in merito al dichiarare o meno io l’ho intesa come una provocazione quella di antonio sui commenti dell’altro post. Proprio per il fatto che dovrebbe essere la normalità non trovo quali benefici possa portare il fatto di dire che Grillo paghi le tasse. Sticazzi. Cmq questo è sintomo delle mezze verità, o presunte tali, che escono fuori dai “monologhi” in questione.. qualcuno di noi è forse il commercialista di grillo per poter affermare che lui PAGA le tasse? La verità è che forse si e forse no. La mancanza che vedo in molte persone che lo seguono è proprio quella dello spirito critico. La gente ingoia senza preoccuparsi di creare un contraddittorio. Per fare dell’argomentazione costruttiva sulla bontà di cio che dice (che ripeto, qualcosa è valido, qualcos’altro meno, in fondo non siamo cosi fessi da pensare solo a due colori.. vero?) in realtà bisognerebbe discutere non in generale ma suoi singoli punti da lui proposti perchè hanno vita e giustificazioni a sè. Grillo mette sul calderone decine e decine di argomentazioni diverse, proprio per portare avanti quelle che fanno acqua attraverso fiumi di chiacchiere su quelle che magari hanno un senso logico. Tipico atteggiamento di co-marketing, mi viene l’esempio della Warner-Bros che dai bilanci si è scoperto che nelle sue sale americane ha come introito prevalente al netto dei costi di produzione quello dei pop-corn! Cavolo non sono una catena di sale cinematrografiche? esatto lo sono, ma è come se fosse che la proiezione dei film sia funzionale alla vendita di pop-corn e non il contrario (dal punto di vista degli introiti).. stesso ragionamento con la Ryan e la pubblicità che fanno sul loro sito. O per i loro accordi con la Hertz o con la Boeing. Ma credete veramente che la Ryan si mantiene con la vendita dei biglietti ad un centesimo? poveri illusi. Insomma Grillo è cosi, mette a richiesta di referendum un ciuffetto di cose ed argomenta in modo unidirezionale solo su alcune di queste per poter comunque far passare anche le altre. Prima cosa che mi viene in mente è ad esempio una delle mozioni portate avanti con la raccolta firme del V-Day (il primo, quello dell’8 settembre 2007). Qui il volantino. Bhè leggete ad esempio il primo punto.. inizia bene con la richiesta di esclusione dal parlamento dei condannati e poi alla fine ci mette: non solo quelli in via definitiva ma anche quelli con procedimenti in corso di primo e secondo grado. Ma comeeee?????????? Stai scavalcando in un colpo solo anni di giurisprudenza sulla presunzione di innocenza. Nulla è piu incostituzionale che “sentenziare” prima ancora del giudizio finale. Ma stiamo scherzando? E poi ci lamentiamo se nel provincialismo delle nostre cittadine la gente enfatizza i pettegolezzi senza cognizione di causa, con delle “opinioni” sputate senza conoscere i fatti e che non fanno altro che aumentare l’ignoranza. Ma avete idea di quanto è facile far finire una persona in primo grado? E vuoi che poi le lobby politiche non sfruttino questo sistema per far fuori “qualcuno”???. A mio avviso se uno è condannato deve starsene a casa sua ma mettere in discussione i processi in corso non ha senso. O come nel secondo punto dello stesso volantino che sottolinea la retroattività nella norma proposta. Ma vuoi aggiustare le cose o la cosa che piu ti preme è far fuori seduta stante qualcuno di scomodo che ora è al governo?? A parte che se quelle persone sono state elette dai cittadini in quel contesto legislativo, quindi con cittadini che hanno votato consci del fatto di mandare “a Roma” persone al 3° mandato, perchè andare contro? Ripeto, i possibili punti di riflessione sono tanti, anche questa resta cmq una visione parziale della situazione. Stop.

Vabbè cmq, oggi non lavoro, sono quasi le 11 ed ho una fame da morire, mi sa che è meglio che vado a fare colazione!! Dublino in questi giorni è stata gradevolissima, ha fatto caldo e finalmente tutto in torno è verde. Solita vita, ma la primavera quando arriva è sempre bella.

regards, Vaniloqui.

 

Pubblicato da: vaniloqui | maggio 9, 2008

Verona, qualche giorno dopo

     Per fortuna c’è qualcuno che sa ancora fare del buon giornalismo.
bellissimo quest’articolo di Giuseppe D’avanzo sulla cronaca di verona degli ultimi giorni.

http://www.repubblica.it/2008/05/sezioni/cronaca/pestaggio-verona-2/…

Pubblicato da: vaniloqui | maggio 2, 2008

Beppe Grillo e’ un genio

     Prendo spunto per un’ osservazione breve breve in seguito alle info trapelate dalle dichiarazioni dei redditi del 2005 degli italiani disponibili alla consultazione sul sito della Agenzia delle entrate (prima che venissero oscurate). Non vi metto link sull’argomento vista la quantita’ industriale di roba che si trova in rete. Cmq torniamo a noi. L’osservazione e’ in merito al caro amato Beppe Grillo.. ed ai suoi “seguaci”.. quel pover’uomo che “combatte le ingiustizie” sugli italiani ha dichiarato nel 2005 ben 4,2 milioni di euro! non oso immaginare 2006, 07 ecc.. Ad essere onesto mi viene da pensare che Grillo abbia trovato la gallina dalle uova d’oro. Dal mio punto di vista vedo solo un opera di assecondazione del “lamentismo” dilagante italiano che viene enfatizzato e canalizzato su binari redditizzi. Di certo fra le sue critiche qualcosa di buono la si trova pure ma il suo buonismo e’ subdolo. Non vale di piu di Berlusconi. La ricetta e’ semplice: racconta alla gente cio che vuole sentirsi dire. Siamo sovrastati da anni di storia su questo tema. In italia e’ andazzo generale il lamentarsi e lui con manifestazioni stile “vaff day” fa sfogare gli animali (molti dei quali sono contenti di mandare affanculo il mondo, perche’ e’ nella loro indole, ne hanno bisogno forse, ma non hanno la minima idea delle implicazioni reali di cio che dicono o firmano) stile i lunch-break ammeregani quando i dipendenti si ritrovano in delle classi per gridare all’impazzata senza motivo.. dicono aiuti a togliere lo stress.. gli italiani sono cosi, falli lamentare e sarai il loro idolo..
grillo e’ un genio

..o forse no, chissa’ ..la genialita’ dovrebbe risiedere in ragionamenti illuminanti, che aprono nuove vie, non nel dire cose che tutti sanno per far contente le masse. Sentir lui pare di leggere un libro di Paulo Coelo, elencazione a dismisura di cose che tutti sanno e lui “te le dice”.. o cmq forse no, una via nuova l’ha aperta.. quell a che porta all’incremento del suo conto in banca..

       

Pubblicato da: vaniloqui | aprile 19, 2008

wher’s the spring?

Niente di nuovo in quel d’irlanda, compresi i 5 gradi mattutini, quindi giusto per cambiare qualcosa ecco qui per un po una nuova grafica, poi magari mi scoccio e torno a quella vecchia. Cmq. Settimanella molto piacevole trascorsa in Italia.

ragards,
Enzo

Pubblicato da: vaniloqui | aprile 9, 2008

Valigia in corso d’opera

come da titolo!

un ciuffo di gg in Italia è sempre ben accetto 🙂 torno a dub a metà settimana

ROMA – FOGGIA – PISA le tappe

Pubblicato da: vaniloqui | aprile 6, 2008

Lettonia: una settimana dopo.

Eccomi qua, di sicuro fra i tanti viaggetti degli ultimi mesi questo è stato tra i piu interessanti, forse per il semplice fatto che il loro stile di vita è davvero differente da quello nostro “western” o forse semplicemente perchè ho avuto la fortuna di non fare (perlomeno non solo) il semplice turista a zonzo, avendo amici del posto e stando con loro è stato un salto a due piedi in ciò che fanno loro normalmente. Quindi il girare di casa in casa non puo non farti notare, ad esempio, la qualità media delle case, con un gap di almeno 30 anni indietro rispetto all’italia, palazzoni di cemento e quant’altro. Certo Riga è la capitale, un milione scarso di abitanti e con la “Old Town” patrimonio dell’ UNESCO dal 1997, ma anche qui appena ti discosti un po dal centro la storia non cambia, il comunismo (perlomeno QUEL tipo di comunismo) non ha fatto altro che creare dei mostri urbani. Solo dopo infatti mi sono reso conto che non sono mai stato cosi vicino a Mosca, occhio e croce 500 km, qui erano in molti a parlare un po di russo, anche se è completamente diverso dal lettone. A parte ciò la gente ha conservato una innata “cordialità”, a confermare ancora una volta che se c’è una cosa vera e costante è che i rapporti umani sono sempre migliori dove soldi non ce ne sono, vorrei uscirne da questo luogo comune ma ogni volta ne ho la conferma. Francesi snob del cavolo e scandinavi belli ed inutili. Cmq per chi non lo sapesse QUI è dove si trova la Lettonia e questa qui sotto, bhè lo vedete da soli, è la cartina.

Arrivato a casa di Juris mi è stato offerto IL MONDO, un infinità di roba fatta in casa dalla madre, barattoli di cibo ovunque. Pareva di stare nel film BORAT. Quante risate, non ditemi che non l’avete visto!! My name is Borat Sagdiyev, my hobbies is disco dance, table tennis and also taking photographs of ladies doing toilet without their knowledge. Why not? They don’t know. … I have three childrens: Bilak, Biram and Hooeylewis, who is 12 years old; he has two childrens. Come, come visit me, I come visit you, why not? It’s very nice!. My sister make my family very proud by being the number-four prostitute in all of Kazakhstan, and she recently receive award from Kazakh minister of industry for Best Sex in Mouth.” P.S. Hey Papà lascia stare, non fartelo tradurre che tanto sono solo fesserie! 🙂 Vi prego scusatemi la citazione ma Borat mi fa morire, in tempo di elezioni in italia posso solo dire che darei molto piu volentieri il mio voto a lui piuttosto che ad uno dei nani di turno. BORAT FOR PRESIDENT. Continuamo. Fra le cose piu divertenti di sicuro la 24h no-stop nella baita a circa un’ottantina di km da Riga in direzione Tallin. In fondo ero li per festeggiare il compleanno di Juris. Giudiamo per circa un’ora e poi OVVIAMENTE ci perdiamo! Mai caso fu cosi ben accetto. Che figata i boschi ed i fiumi. Poi ritroviamo la centrale idroelettrica che stavamo cercando e dopo altri 20 minuti arriviamo alla notra baita con sauna! Che figata.

Struttura tutta in legno, con 6 o 7 stanze, living room con una bellissima vista sulla Daugava (primo fiume lettone) , 3 camini di cui uno che alimentava la stanza della sauna. Bhè come poteva essere ovvio la sauna è stata la chicca che ha fatto la differenza. C’era posto per una decina di persone, alimentata a legna quindi immaginate il profumo con una marea di olii ed i mazzi di alloro che usavamo per farci i massaggi. Quindi la struttura di tutta la nottata è stata questa: abbiamo mangiato come i maiali e bevuto 800 litri di birra e poi per gruppetti si facevano dei salti occasionali di 15/20 minuti nella sauna.. poi ci si faceva una doccia veloce e comunitaria nella “stanza del rilavaggio” e si ritornava nello stanzone a far casino provvisti di un asciugamanino per coprire i gioielli di famiglia. Si ballava, si chiacchierava e si mangiava un altro po e poi di nuovo via gli asciugamani e tutti ancora nella sauna. Avrò lasciato li dentro non meno di 400 litri di sudore, ma la sensazione di pulito che hai il giorno dopo è una cosa fantastica! Ed isomma cosi fino al giorno dopo fin quando siamo morti sui divani, letti o pavimenti che siano. La cosa che mi dispiace è che riguardando le fotografie mi sono accorto che c’è un buco assoluto dalle 23e30 fino alle 8 del giorno dopo, le avevamo lasciate nei giubbini e nessuno si è curato di farne almeno un paio. Sono tutte della tarda serata o dell’alba del giorno dopo. Vabbè pazienza. Poi il resto nulla, domenica pomeriggio e lunedi abbiamo fatto i turisti, salto al Teatro Nazionale dell’Opera e passeggiate nelle viuzze del centro storico. Ed anche un salto nella località di mare di Riga a circa 20 km da Riga stessa, mi dicevano gli altri chè è invasa dai russi con i soldi perchè per loro è il posto di mare piu vicino. Qui sotto una foto di quel posto, direttamente sul Mar Baltico. Anche se a dire il vero dalla foto non si capisce un bel niente, ma mi piace e la metto lo stesso! 🙂

Dimenticavo: davvero una bella sorpresa anche gli altri amici tedeschi che sono venuti, in particolare Mathias cameraman di una tv locale tedesca con il sogno di trasferirsi a berlino, Andrzei ragazzino di 57 anni polacco che vive da 30 in germania e che a quanto pare sia uno scultore abbastanza famoso e la bella Sema ragazza bosniaca (anche lei vive in germania) troppo dolce e sempre disponibile. Ok questo è quanto. Poi lunedi sera ultimo abbraccio a Juris, con la consapevolezza che dopo aver vissuto 6 mesi insieme a dublino ed esserci visti per questo weekend li a casa sua probabilmente non ci vedremo piu. A dire il vero sono stato un po triste sull’aereo. Che vuoi fà, come al solito tutto bello ma senza radici. Prima o poi ci fermeremo. Vabbè, queste qui sotto sono le foto.

Lettonia 2008
Pubblicato da: vaniloqui | marzo 29, 2008

In diretta dalla Lettonia

        Salve belli eccomi qua.. direttamente da Riga! Ieri volo tranquillo ed atterraggio normale verso le 9 p.m. La prima cosa che ho notato e’che il comunismo qui ha lasciato degli strascichi evidenti. Juris (mio ex coinquilino in  Irlanda) mi porta nella casa in cui vive con altri 5 ragazzi e nella quale lavora, stanno cercando di mettere su un`attivita ed in pratica dormono con materassi a terra in un appartamentino stile trainspotting al nonsoqualepiano di un palazzone senza ascensore! Mobilio tipico dei film di Fantozzi anni 70. Davvero mi e` sembrato ti tornare in dietro nel tempo quando sono stato a Zagabria. Ieri nonostante la stenchezza siamo andati in centro in un localino e non l`vessi mai fatto! Dopo ieri sera nella mia graduatoria della bellezza media delle ragazze ho fatto scivolare Dublino al 139imo posto dopo la Papua Nuova Guinea! Riga unico posto capace di competere con Stoccolma, unica differenza e` che qui la gente e` cordiale e sempre disponible. In giro c`e un po di neve ma non fa molto freddo. Avrei un milione di cose da dire ma il tempo e` tiranno, mi si e` liberata la doccia e  devo approfittare. Fra un paio d`ore arrivano qui a casa una ventina di amici che andiamo con le macchine in un posto ad un centinaio di km da qua . Si festeggia il compleanno di Juris in un locale sbarra sauna, il posto e` stato prenotato tutto per noi per 24 ore! 🙂 Scesi poco fa nel market sotto casa abbiamo comprato l`impossibile, due carrelli interi di roba spendendo da fare ridere. Ieri per esempio corsa in Taxi da 8 posti per 20 minuti:costo totale 6 euro! Dai ora vado davvero, cmq la compagnia mi piace sono unico italiano con 4 tedeschi e gli altri del posto ma sono tutti pronti alla chiacchiera, a spiegarmi le cose e a bere. Mamma mia e quanto bevono, irraggiungibili. Oggi tempo stupendo, neanche una nuvola. Prossimi aggiornamenti credo direttamente da Dublino fra qualche giorno.

     

Pubblicato da: vaniloqui | marzo 16, 2008

Verso Bundoran, surf nella Donegal Bay II

mare incazzato a bundoran
foto: mare incazzato di domenica mattina (Donegal)

 

Piccolo resoconto di 650 km di stradine partendo da Dublino ed arrivando all’atlantico.. Dublino.. già.. quella Dublino che oramai ha l’aria di casa ma che sempre più si discosta dall’idea di Irlanda che si legge sulle riviste o che ti senti raccontare quando parli con la gente. Ombra forse di ciò che è stata e di ciò che probabilmente non ho avuto il piacere di incontrare. Seppur bella e tutta da scoprire, nelle sue caratteristiche e nelle opportunità che offre, è comunque un mondo a parte rispetto al resto dell’isola. Poi c’è Lei. L’Irlanda. Quella che ti aspetti. Quella che ti accorgi che è lei quando ti intrufoli nei paesini e la gente non ti fa neanche iniziare la tua pinta che è gia li ad attaccar bottone. Quella che le strade fanno schifo ma che sempre e cmq ti portano ad un pub. Quella delle pecore ovunque e del vento e delle nuvole pure. Quella che entri nei locali e tutti ballano o cantano e nessuno lo sa fare ma lo fanno lo stesso. Quella degli irlandesi orgogliosi di esserlo e che non vedono l’ora di vedere qualcuno di nuovo per confrontarsi anche se è li solo di passaggio. Quella che oggettivamente non ha tutte le comodità classiche del mondo occidentale ma chissà perchè sa cos’è il buon umore e la spensieratezza. Quella che di sicuro non è casa mia ma che di certo mi ha fatto sentire sereno accettato e sicuro. Sono davvero un bel popolo. Poi vabbè, ognuno ha la propria di esperinza e puo mettere sul vassoio le impressioni più disparate, questa cmq è la mia. Ok forse mi sono perso un pò in chiacchiere cmq mettendo un pò da parte l’aspetto “romantico” delle situazioni potete trovare nella cartella qui sotto un po di foto del weekend nel Donegal. Ribadisco che non avevo mai surfato in vita mia e mi rendo conto che è nato un amore! Troppo bello e troppo emozionante. Più facile dello sci e dello snowboard quindi sin da subito ci si diverte.. ovviamente non si possono pretendere cose eccezionali ma il semplice fatto di stare in piedi sulla tavola e sentire l’onda che ti trascina non ha prezzo. La prima onda è meglio del primo bacio! Appena posso lo rifaccio. Spero che vi piacciano. Le foto dico.

 

Surfing in Ireland

 

 

Pubblicato da: vaniloqui | marzo 15, 2008

involtini ai peperoni baresi

Stavo pensando ad un bel post sul bel weekend passato nel Donegal.. pub irlandesi, surf e compagnia internazionale.. poi girovagando per la rete ti rendi conto che ci sono altre cose che vanno oltre tutto cio.. si puo essere felici anche stando lontanissimi da casa ma certi sapori, odori e colori a volte ti fanno davvero venire voglia di tornare o perlomeno ti ricordano che tempi in cui non dovevi preoccuparti di niente e di nessuno ci sono stati. Fra non molto lo farò il post su Bundoran con foto e quant’altro, per ora però vi lascio con NONNA STELLA, cercate di andare oltre la comicità (forse) della situazione.. io mi sono sono sentito come quando avevo 10 anni, con mamme, nonne e zie che munite di grembiule passavano settimane intere (24h no-stop ovviamente) dietro i fornelli.. e tu li a sbirciare dal tavolo quelle strane alchimie ed ogni volta, non si sa per quale assurda legge della natura, assaggiavi, ed all’improvviso volevi più bene a tutti..
🙂

« Newer Posts - Older Posts »

Categorie